venerdì 4 marzo 2016

Non dimenticare che domenica 13 marzo c'è l'assemblea dell'Arbit



Quest'anno l'assemblea dell'associazione Arbit e il pranzo sociale hanno cambiato mese, si svolgeranno domenica 13 marzo.

Ma come l'anno scorso ci vedremo presso il ristorante la Capannina a Castiglione del Lago in via Lungolago 20.

I soci, i sostenitori e gli amici interessati al pranzo possono fermarsi e chiedere a Guido, scrivere a guidonautica@libero.it o telefonare al +393395456987.

domenica 7 febbraio 2016

1870. Come si esercitava la pesca nel lago di Chiusi

Le domande e le risposte qui sotto sono tratte dal volume La pesca in Italia. Documenti raccolti per cura del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio del Regno d'Italia, ordinati da Ed. Adolfo Targioni Tozzetti, Vol. II., Parte II. Annali del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio. Genova, Tipografia del R. Istituto Sordo-Muti, 1874, pp. 103-106 e pp. 433-434.



Relazioni sulla pesca di lago e di fiume, secondo la circolare del R. Ministero di Agricoltura Industria e Commercio del di 21 gennaio 1870.

Comune di Chiusi 

1. Quali sono le diverse sorta di pesche fluviali e lacuali esercitate nel circondario?

1. In questo comune si esercitano le seguenti sorta di pesche:
  1. Pesca al Guado. 
  2. Pesca del Passaiolo. 
  3. Pesca del Gorro. 
  4. Pesca colle reti da fermo. 
  5. Pesca colle reti al ghiaccio (Giacchio). 
  6. Pesca dei Bertovelli. 
  7. Pesca delle Nasse. 
  8. Pesca del Cussetto. 
  9. Pesca della Fiocina. 
  10. Pesca dell'Amo. 
Tutte vengono fatte nel Lago, le prime due anche nei Torrenti vicini.

2. In quali mesi dell'anno si attende alle diverse pesche?

2. La pesca del Gorro si fa dal dì 8 settembre a tutta quaresima. Le altre pesche vengono esercitate in tutto l'anno.

3. Quali sono le varie specie di pesci che popolano le acque dei fiumi o dei laghi? (Con particolareggiata indicazione delle specie che abbondano maggiormente).

3. Le specie dei pesci esistenti nel lago di Chiusi sono:
  1. Luccio
  2. Tinca 
  3. Regina
  4. Anguilla
  5. Albo
  6. Barso
  7. Scarbatra
  8. Gamberi. 
Abbondano il Luccio e la Tinca. Il Barso è scarso.

mercoledì 6 gennaio 2016

Un volume di Marco Bonino sull'arte navale del fiume Po



Sul finire del 2015 è stato dato alle stampe Antiche barche e battelli del Po l'Atlante Illustrato delle Imbarcazioni Tradizionali dei Fiumi e dei Canali della Pianura Padana, un volume che vede come autore un nostro amico, il professor Marco Bonino, che qui ha curato i testi e la ricerca storica, mentre le splendide illustrazioni sono di Loreno Confortini.

Questo interessante lavoro sull'arte navale del fiume Po rappresenta un importante tentativo per tracciare un panorama sulla storia della navigazione fluviale in Pianura Padana.

sabato 2 gennaio 2016

Qualche foto della presentazione di "Pescatori del Trasimeno"

Alcune foto della presentazione del volume "Pescatori del Trasimeno" di Alvaro Masseini.

Con l'autore ne hanno parlato: Paolo Magionami, Ivana Bricca, Ermanno Gambini, Aurelio Cocchini e Valter Sembolini. All'uscita, ad aspettare il numeroso pubblico, lo spuntino del pescatore.

presentazione del volume Pescatori del Trasimenopresentazione del volume Pescatori del Trasimenopresentazione del volume Pescatori del Trasimenopresentazione del volume Pescatori del Trasimeno

lunedì 28 dicembre 2015

1870. Le diverse pesche esercitate nel circondario di Passignano

Le domande e le risposte che seguono sono tratte dal volume La pesca in Italia. Documenti raccolti per cura del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio del Regno d'Italia, ordinati da Ed. Adolfo Targioni Tozzetti, Vol. II., Parte II. Annali del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio. Genova, Tipografia del R. Istituto Sordo-Muti, 1874, pp. 170-172 e pp. 433-434.



Comune di Passignano

1. Quali sono le diverse sorta di pesche fluviali e lacuali esercitate nel circondario?

1. Le diverse sorta di pesche lacuali esercitate nel circondario sono quelle della Lasca, del Luccio, della Regina, della Tinca, dell'Anguilla, dell'Albo, e della Scarbata.

2. In quali mesi dell'anno si attende alle diverse pesche?

2. Si attende alle diverse pesche per la Lasca dal 1° settembre a tutto il Sabbato Santo dell'anno successivo, restando sospesa nel rimanente dell'anno a motivo della procreazione; le altre specie tutto l'anno.

sabato 19 dicembre 2015

Presentazione del volume: Pescatori del Trasimeno

Il 2 gennaio a Palazzo della Corgna alle 16,30 sarà presentato il volume di Alvaro Masseini, Pescatori del Trasimeno. Storie di vita, di pesche e di lavoro.

Ci sarà l'autore che ne parlerà con Ermanno Gambini, Aurelio Cocchini e Valter Sembolini, ma ci saranno anche l'editore e l'assessore. Noi, se ci faranno entrare, porteremo lo spuntino del pescatore.

Qui sotto un estratto poetico.



Montalera pe’ le cime
Sant’Arcangelo pe’ le coste
Montebon pe’ le ginestre
San Savino granocchiale
San Feliciano asinale
Zocco bello giocatori
Quel del Monte ubriaconi
Torricella gambalese
Quei puzzon di magionese
Tira là pe’ San Cagiano
Tutti becchi a Passignano
Tita là pe’ quel poggetto
Tutti quelli del Borgetto
Isola bella son tre cantoni
N’ c’è più bel che Castiglioni!

martedì 17 novembre 2015

Iniziative ecologiche per un turismo di qualità

L'Arbit di Castiglione del Lago da diversi anni promuove iniziative per sensibilizzare visitatori e cittadini al rispetto dell'ambiente

Alice Guerrini, "Corriere dell'Umbria", 17 novembre 2015, p. 28.



Castiglione del Lago. La magia di salire a bordo di una barca, uscire dai canneti e poi a remi prendere il largo. In un mare di modernità, al Trasimeno si vive ancora la storia e non si dimentica la tradizione. Lo sa bene l'Arbit di Castiglione del Lago, associazione per il recupero barche interne tradizionali che con il presidente, Guido Materazzi e la passione dei suoi soci, si propone da diversi anni di valorizzare, promuovere, sostenere ed incrementare le barche tipiche del Trasimeno. Un'attività che non è fine a se stessa, ma che risulta importante nella promozione del lago, scrigno dal passato ricco di storia che rischierebbe di andare perduto. In questo contesto l'Arbit programma anche manifestazioni per promuovere la nautica tradizionale del Trasimeno, offrendo non solo emozioni legate alla comunicazione, ma anche alla possibilità materiale di provare ad "andare per lago".